Un progetto per Elina Steichen

4 10 2017

sculptureHo iniziato a lavorare alla musica per il documentario di Elina Steichen, un bellissimo progetto sulla scultura (titolo provvisorio: Sculpture de soi). Ricevuto il pacchetto di immagini e video, inizio a immaginare un dialogo possibile tra i suoni e le immagini. Ma non è facile…Quello di Elina non è un documentario convenzionale e neppure quella che si chiama, di solito, docufiction.

E’ una riflessione intima sui limiti del corpo e della sua rappresentazione. Mi ha colpito, soprattutto, il rapporto tra le didascalie e l’immagine. Le immagini non sono definitive ma “parlano” chiaramente, sia quelle fisse che in movimento. Movimenti spesso rallentati, sensibili alla materia e ai materiali, come un invito allo sguardo se non, a volte, alla danza.

 

 





Neumi: il cd book e il progetto

22 02 2012

Neumi_cdbook_coverE’ da qualche tempo disponibile il cd book Neumi – cantus volat signa manent edito da Genesi Editore per la collana Novazioni (2011). E’ un disco particolare, basato sull’interpretazione e, in certi casi, sulle elaborazioni originali di partiture antiche e moderne: si va dalla chironomia medievale ai reperti cuneiformi alle tavolette sumere per arrivare  a sistemi neumatici anche non direttamente legati al suono, ma riadattati per quest’avventura ai confini del segno musicale. Tra archeologia e notazione, antropologia del suono (e quindi anche dello spazio) e ricerca timbrica e armonica. Si può leggere un’intervista sul blog Ferro e Tabacco (Francesca Grispello).

Davvero molte le partecipazioni di solisti e gruppi musicali sulle tracce di Neumi: Davide Riccio (Baby Lone), Ashtool e Oscar Mucci (Hurrian Hymne, Orienta), Maoro Sanna (Tebit), Jacopo Andreini Ensemble (Dramatic Aria), Gregorio Bardini e Paolo Longo Vaschetto (Kele Kele by Komitas Vardapet), Krell (Gianluca Cremoni Baroncini) con Anubi, Gerstein con il suo omaggio a Russolo Risveglio di città, i Deadburger con Kirie eleison, Girolamo De Simone con L’inno a Giovanni e tanti altri. Della compilation fa parte anche il mio Kirielle (Cantata). Una banda sonora quanto mai eclettica e festosa, quindi, accampagnata da un bel layout grafico ideato da Alessandro Casini (www.kane.it). Senza dimenticare le belle immagini offerte dalla collezione Martin Schoyen e la collaborazione preziosa dell’editore Genesi.

Il cdbook (cd + libro) è disponibile su Discogs .








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: